ISTAT

Bilancio, 57% imprese avvantaggiato da misure investimenti

"L'effetto combinato del superammortamento e dell'Ace implica una leggera redistribuzione del carico fiscale a vantaggio delle grandi imprese" - dice Giorgio Alleva

Complessivamente il 57% delle imprese risulta avvantaggiato dalla combinazione delle misure contenute nella legge di bilancio a favore degli investimenti: proroga superammortamento, riduzione Ires, riduzione aliquota Ace (Aiuto alla crescita economica). Lo ha detto il presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, nel corso dell'audizione alle Commissioni bilancio di Camera e Senato sulla legge di bilancio, spiegando una simulazione effettuata dall'Istat sulle societa' di capitale.
"L'effetto combinato del superammortamento e dell'Ace implica una leggera redistribuzione del carico fiscale a vantaggio delle grandi imprese, delle imprese strutturate, delle imprese esportatrici e di quelle ad alta intensita' tecnologica e di conoscenza. Considerando anche la riduzione dell'aliquota Ires, il risparmio di imposta per le societa' di capitale sotto analisi e' pari a circa 2,4 miliardi di euro (11%)".
"Rispetto ad un beneficio medio dell'11% - ha proseguito - esso varia tra il circa 9,3% delle imprese tra 1 e 9 addetti e il 13,2% delle imprese con 500 e piu' addetti. Con riferimento alla struttura proprietaria delle imprese, il range e' compreso tra il 9,7% delle imprese singole e il 12,9% delle imprese controllate estere. Con riferimento all'orientamento di mercato, il beneficio e' del 10,3% per le imprese non esportatrici e dell'11,6% per le esportatrici. Il beneficio e' piu' elevato per le imprese manifatturiere e dei servizi ad alta intensita' tecnolcogica (rispettivamente 11,8% e 16,2%)".

Categoria: